Segnalato su alloggiareintoscana.com

Informazioni turistiche e\o itinerari suggeriti


San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.


San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.
San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.
San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.
San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.
San Gimignano, situato sopra un colle che domina la Val d'Elsa, è uno dei centri più suggestivi della Toscana, poiché ha conservato intatto l'aspetto che aveva nel XIII e XIV secolo. Deve il suo sviluppo al fatto di trovarsi lungo il percorso della via Francigena, transito obbligato per i pellegrini diretti a Roma e per i mercanti che seguivano questo itinerario.Le sue torri medioevali, che nel periodo di maggiore sviluppo erano 72 ed ora, ad ornamento dei maggiori palazzi patrizi, si contano in numero di 13, hanno fatta definire la città la "Manhattan del Medioevo". Essa ha origini etrusche, fu poi un insediamento romano e, successivamente, longobardo. Prese il nome da San Gimignano, vescovo di Modena, da cui la popolazione si era ritenuta protetta durante le invasioni barbariche. Il suo periodo di maggior sviluppo è legato al Medioevo e coincise con il mutamento del percorso della via Francigena dall'insalubre fondo valle ad una sua variante collinare che, attraversando il paese, permise la crescita del primitivo modesto insediamento.