Segnalato su alloggiareintoscana.com

Informazioni turistiche e\o itinerari suggeriti


Se dopo asservi presi cura del vostro benessere alle Terme di Saturnia desiderate visitare luoghi teatro di antichi eventi e densi di cultura, allora dovete recarvi a Sovana. Sovana si trova a 25 minuti di auto dal nostro agriturismo a Saturnia. Ci si può arrivare da Pitigliano o direttamente da Saturnia seguendo la strada che passa da Catabbio.

- Dal VII sec. a.C. gli Etruschi occupano questo territorio, poi conquistato dai Romani
- Nel III sec. d.C. Sovana acquista importanza divenendo sede vescovile
- Nel VI sec. Sovana è occupata dai Longobardi
- Dal IX sec. Gli Aldobrandeschi governano questo territorio
- 1073-1085. Un Aldabrandeschi viene eletto papa con il nome di Gregorio VII
- 1270. Margherita Aldobrandeschi sposa Guido di Montfort
- 1297. Anastasia, figlia di Margherita, sposa Romano Orsini
- 1410. Siena prende il controllo di Sovana
- 1557. Sovana diviene parte del granducato di Toscana
- 1743. I Lorena, succeduti ai Medici, tentano di rilanciare l'economia della regione
La Rocca costruita dagli Aldobrandeschi nel XI sec. su fondazioni etrusche, poi ricostruita nel XIII sec. e restaurata nel 1572.

Via di Mezzo o Via del Pretorio collega la Rocca alla Piazza del Pretorio, ha tracce della pavimentazione in cotto del XVI sec

Palazzo comunale del XII, costruito quando Sovana ottenne le libertà politiche

Palazzo Pretorio del XII sec. con stemmi dei commissari senesi. All'interno, la sala delle Udienze con affresco di Madonna di scuola senese del XV sec

Santa Maria chiesa a 3 navate costruita nel XII sec. e campanile del XVII sec.
- Ciborio protoromanico - Edicola in marmo unica in Toscana.
- Madonna con Bambino affresco del 1508, anno in cui Michelangelo inizia gli affreschi della cappella Sistina

Cattedrale S.Pietro e Paolo (Duomo) La diocesi di Sovana esisteva dal VI sec. Costruzione preromanica con cripta divisa in navate da colonne con grossi capitelli sotto la chiesa. Probabilmente la cattedrale è stata iniziata da Gregorio VII, nato in questa città. La struttura del monumento pare rifarsi al XI sec. Nel XIII sec. furono aggiunte le volte che causarono danni all'edificio. La navata centrale è sormontata da cupola emisferica protetta da corpo ottogonale.
Capitelli istoriati della scuola longobarda abbastanza grossolani, ma interessanti.
Evidente somiglianza con diversi campanili cilindrici della zona aretino-senese (Paccina e Corsignano) collocano la costruzione nel X sec. I contrafforti addossati ai muri testimoniano i cedimenti dovuti all'aggiunta delle volte. Portale longobardo sul lato di sinistra con piedritti decorati di gusto preromanico in forte rilievo. Due teste di leone servono da imposta dell'arco.
I dintorni di Sovana
Le tombe etrusche più interessanti, a 2,5 km. circa, scavate nel tufo sono la Tomba della Sirene e la Tomba Ildebranda a forma di tempio del III o II sec. a.C. che si trova sulla strada che porta a Saturnia.
Per tornare all'agriturismo San Leonardo a Saturnia, se all'andata siete passati da Catabbio, vi consigliamo di tornare seguendo la strada di Pitigliano per poter ammirare questa bellissima cittadina arrocata su uno sperone di tufo.


Se dopo asservi presi cura del vostro benessere alle Terme di Saturnia desiderate visitare luoghi teatro di antichi eventi e densi di cultura, allora dovete recarvi a Sovana. Sovana si trova a 25 minuti di auto dal nostro agriturismo a Saturnia. Ci si può arrivare da Pitigliano o direttamente da Saturnia seguendo la strada che passa da Catabbio.

- Dal VII sec. a.C. gli Etruschi occupano questo territorio, poi conquistato dai Romani
- Nel III sec. d.C. Sovana acquista importanza divenendo sede vescovile
- Nel VI sec. Sovana è occupata dai Longobardi
- Dal IX sec. Gli Aldobrandeschi governano questo territorio
- 1073-1085. Un Aldabrandeschi viene eletto papa con il nome di Gregorio VII
- 1270. Margherita Aldobrandeschi sposa Guido di Montfort
- 1297. Anastasia, figlia di Margherita, sposa Romano Orsini
- 1410. Siena prende il controllo di Sovana
- 1557. Sovana diviene parte del granducato di Toscana
- 1743. I Lorena, succeduti ai Medici, tentano di rilanciare l'economia della regione
La Rocca costruita dagli Aldobrandeschi nel XI sec. su fondazioni etrusche, poi ricostruita nel XIII sec. e restaurata nel 1572.

Via di Mezzo o Via del Pretorio collega la Rocca alla Piazza del Pretorio, ha tracce della pavimentazione in cotto del XVI sec

Palazzo comunale del XII, costruito quando Sovana ottenne le libertà politiche

Palazzo Pretorio del XII sec. con stemmi dei commissari senesi. All'interno, la sala delle Udienze con affresco di Madonna di scuola senese del XV sec

Santa Maria chiesa a 3 navate costruita nel XII sec. e campanile del XVII sec.
- Ciborio protoromanico - Edicola in marmo unica in Toscana. 
- Madonna con Bambino affresco del 1508, anno in cui Michelangelo inizia gli affreschi della cappella Sistina

Cattedrale S.Pietro e Paolo (Duomo) La diocesi di Sovana esisteva dal VI sec. Costruzione preromanica con cripta divisa in navate da colonne con grossi capitelli sotto la chiesa. Probabilmente la cattedrale è stata iniziata da Gregorio VII, nato in questa città. La struttura del monumento pare rifarsi al XI sec. Nel XIII sec. furono aggiunte le volte che causarono danni all'edificio. La navata centrale è sormontata da cupola emisferica protetta da corpo ottogonale.
Capitelli istoriati della scuola longobarda abbastanza grossolani, ma interessanti.
Evidente somiglianza con diversi campanili cilindrici della zona aretino-senese (Paccina e Corsignano) collocano la costruzione nel X sec. I contrafforti addossati ai muri testimoniano i cedimenti dovuti all'aggiunta delle volte. Portale longobardo sul lato di sinistra con piedritti decorati di gusto preromanico in forte rilievo. Due teste di leone servono da imposta dell'arco.
I dintorni di Sovana
Le tombe etrusche più interessanti, a 2,5 km. circa, scavate nel tufo sono la Tomba della Sirene e la Tomba Ildebranda a forma di tempio del III o II sec. a.C. che si trova sulla strada che porta a Saturnia.
Per tornare all'agriturismo San Leonardo a Saturnia, se all'andata siete passati da Catabbio, vi consigliamo di tornare seguendo la strada di Pitigliano per poter ammirare questa bellissima cittadina arrocata su uno sperone di tufo. Vista di Pitigliano
Se dopo asservi presi cura del vostro benessere alle Terme di Saturnia desiderate visitare luoghi teatro di antichi eventi e densi di cultura, allora dovete recarvi a Sovana. Sovana si trova a 25 minuti di auto dal nostro agriturismo a Saturnia. Ci si può arrivare da Pitigliano o direttamente da Saturnia seguendo la strada che passa da Catabbio.

- Dal VII sec. a.C. gli Etruschi occupano questo territorio, poi conquistato dai Romani
- Nel III sec. d.C. Sovana acquista importanza divenendo sede vescovile
- Nel VI sec. Sovana è occupata dai Longobardi
- Dal IX sec. Gli Aldobrandeschi governano questo territorio
- 1073-1085. Un Aldabrandeschi viene eletto papa con il nome di Gregorio VII
- 1270. Margherita Aldobrandeschi sposa Guido di Montfort
- 1297. Anastasia, figlia di Margherita, sposa Romano Orsini
- 1410. Siena prende il controllo di Sovana
- 1557. Sovana diviene parte del granducato di Toscana
- 1743. I Lorena, succeduti ai Medici, tentano di rilanciare l'economia della regione
La Rocca costruita dagli Aldobrandeschi nel XI sec. su fondazioni etrusche, poi ricostruita nel XIII sec. e restaurata nel 1572.

Via di Mezzo o Via del Pretorio collega la Rocca alla Piazza del Pretorio, ha tracce della pavimentazione in cotto del XVI sec

Palazzo comunale del XII, costruito quando Sovana ottenne le libertà politiche

Palazzo Pretorio del XII sec. con stemmi dei commissari senesi. All'interno, la sala delle Udienze con affresco di Madonna di scuola senese del XV sec

Santa Maria chiesa a 3 navate costruita nel XII sec. e campanile del XVII sec.
- Ciborio protoromanico - Edicola in marmo unica in Toscana. 
- Madonna con Bambino affresco del 1508, anno in cui Michelangelo inizia gli affreschi della cappella Sistina

Cattedrale S.Pietro e Paolo (Duomo) La diocesi di Sovana esisteva dal VI sec. Costruzione preromanica con cripta divisa in navate da colonne con grossi capitelli sotto la chiesa. Probabilmente la cattedrale è stata iniziata da Gregorio VII, nato in questa città. La struttura del monumento pare rifarsi al XI sec. Nel XIII sec. furono aggiunte le volte che causarono danni all'edificio. La navata centrale è sormontata da cupola emisferica protetta da corpo ottogonale.
Capitelli istoriati della scuola longobarda abbastanza grossolani, ma interessanti.
Evidente somiglianza con diversi campanili cilindrici della zona aretino-senese (Paccina e Corsignano) collocano la costruzione nel X sec. I contrafforti addossati ai muri testimoniano i cedimenti dovuti all'aggiunta delle volte. Portale longobardo sul lato di sinistra con piedritti decorati di gusto preromanico in forte rilievo. Due teste di leone servono da imposta dell'arco.
I dintorni di Sovana
Le tombe etrusche più interessanti, a 2,5 km. circa, scavate nel tufo sono la Tomba della Sirene e la Tomba Ildebranda a forma di tempio del III o II sec. a.C. che si trova sulla strada che porta a Saturnia.
Per tornare all'agriturismo San Leonardo a Saturnia, se all'andata siete passati da Catabbio, vi consigliamo di tornare seguendo la strada di Pitigliano per poter ammirare questa bellissima cittadina arrocata su uno sperone di tufo. La piazza del paese di Sovana
Se dopo asservi presi cura del vostro benessere alle Terme di Saturnia desiderate visitare luoghi teatro di antichi eventi e densi di cultura, allora dovete recarvi a Sovana. Sovana si trova a 25 minuti di auto dal nostro agriturismo a Saturnia. Ci si può arrivare da Pitigliano o direttamente da Saturnia seguendo la strada che passa da Catabbio.

- Dal VII sec. a.C. gli Etruschi occupano questo territorio, poi conquistato dai Romani
- Nel III sec. d.C. Sovana acquista importanza divenendo sede vescovile
- Nel VI sec. Sovana è occupata dai Longobardi
- Dal IX sec. Gli Aldobrandeschi governano questo territorio
- 1073-1085. Un Aldabrandeschi viene eletto papa con il nome di Gregorio VII
- 1270. Margherita Aldobrandeschi sposa Guido di Montfort
- 1297. Anastasia, figlia di Margherita, sposa Romano Orsini
- 1410. Siena prende il controllo di Sovana
- 1557. Sovana diviene parte del granducato di Toscana
- 1743. I Lorena, succeduti ai Medici, tentano di rilanciare l'economia della regione
La Rocca costruita dagli Aldobrandeschi nel XI sec. su fondazioni etrusche, poi ricostruita nel XIII sec. e restaurata nel 1572.

Via di Mezzo o Via del Pretorio collega la Rocca alla Piazza del Pretorio, ha tracce della pavimentazione in cotto del XVI sec

Palazzo comunale del XII, costruito quando Sovana ottenne le libertà politiche

Palazzo Pretorio del XII sec. con stemmi dei commissari senesi. All'interno, la sala delle Udienze con affresco di Madonna di scuola senese del XV sec

Santa Maria chiesa a 3 navate costruita nel XII sec. e campanile del XVII sec.
- Ciborio protoromanico - Edicola in marmo unica in Toscana. 
- Madonna con Bambino affresco del 1508, anno in cui Michelangelo inizia gli affreschi della cappella Sistina

Cattedrale S.Pietro e Paolo (Duomo) La diocesi di Sovana esisteva dal VI sec. Costruzione preromanica con cripta divisa in navate da colonne con grossi capitelli sotto la chiesa. Probabilmente la cattedrale è stata iniziata da Gregorio VII, nato in questa città. La struttura del monumento pare rifarsi al XI sec. Nel XIII sec. furono aggiunte le volte che causarono danni all'edificio. La navata centrale è sormontata da cupola emisferica protetta da corpo ottogonale.
Capitelli istoriati della scuola longobarda abbastanza grossolani, ma interessanti.
Evidente somiglianza con diversi campanili cilindrici della zona aretino-senese (Paccina e Corsignano) collocano la costruzione nel X sec. I contrafforti addossati ai muri testimoniano i cedimenti dovuti all'aggiunta delle volte. Portale longobardo sul lato di sinistra con piedritti decorati di gusto preromanico in forte rilievo. Due teste di leone servono da imposta dell'arco.
I dintorni di Sovana
Le tombe etrusche più interessanti, a 2,5 km. circa, scavate nel tufo sono la Tomba della Sirene e la Tomba Ildebranda a forma di tempio del III o II sec. a.C. che si trova sulla strada che porta a Saturnia.
Per tornare all'agriturismo San Leonardo a Saturnia, se all'andata siete passati da Catabbio, vi consigliamo di tornare seguendo la strada di Pitigliano per poter ammirare questa bellissima cittadina arrocata su uno sperone di tufo. Il paese di Saturnia ed il Monte Argentario
Se dopo asservi presi cura del vostro benessere alle Terme di Saturnia desiderate visitare luoghi teatro di antichi eventi e densi di cultura, allora dovete recarvi a Sovana. Sovana si trova a 25 minuti di auto dal nostro agriturismo a Saturnia. Ci si può arrivare da Pitigliano o direttamente da Saturnia seguendo la strada che passa da Catabbio.

- Dal VII sec. a.C. gli Etruschi occupano questo territorio, poi conquistato dai Romani
- Nel III sec. d.C. Sovana acquista importanza divenendo sede vescovile
- Nel VI sec. Sovana è occupata dai Longobardi
- Dal IX sec. Gli Aldobrandeschi governano questo territorio
- 1073-1085. Un Aldabrandeschi viene eletto papa con il nome di Gregorio VII
- 1270. Margherita Aldobrandeschi sposa Guido di Montfort
- 1297. Anastasia, figlia di Margherita, sposa Romano Orsini
- 1410. Siena prende il controllo di Sovana
- 1557. Sovana diviene parte del granducato di Toscana
- 1743. I Lorena, succeduti ai Medici, tentano di rilanciare l'economia della regione
La Rocca costruita dagli Aldobrandeschi nel XI sec. su fondazioni etrusche, poi ricostruita nel XIII sec. e restaurata nel 1572.

Via di Mezzo o Via del Pretorio collega la Rocca alla Piazza del Pretorio, ha tracce della pavimentazione in cotto del XVI sec

Palazzo comunale del XII, costruito quando Sovana ottenne le libertà politiche

Palazzo Pretorio del XII sec. con stemmi dei commissari senesi. All'interno, la sala delle Udienze con affresco di Madonna di scuola senese del XV sec

Santa Maria chiesa a 3 navate costruita nel XII sec. e campanile del XVII sec.
- Ciborio protoromanico - Edicola in marmo unica in Toscana. 
- Madonna con Bambino affresco del 1508, anno in cui Michelangelo inizia gli affreschi della cappella Sistina

Cattedrale S.Pietro e Paolo (Duomo) La diocesi di Sovana esisteva dal VI sec. Costruzione preromanica con cripta divisa in navate da colonne con grossi capitelli sotto la chiesa. Probabilmente la cattedrale è stata iniziata da Gregorio VII, nato in questa città. La struttura del monumento pare rifarsi al XI sec. Nel XIII sec. furono aggiunte le volte che causarono danni all'edificio. La navata centrale è sormontata da cupola emisferica protetta da corpo ottogonale.
Capitelli istoriati della scuola longobarda abbastanza grossolani, ma interessanti.
Evidente somiglianza con diversi campanili cilindrici della zona aretino-senese (Paccina e Corsignano) collocano la costruzione nel X sec. I contrafforti addossati ai muri testimoniano i cedimenti dovuti all'aggiunta delle volte. Portale longobardo sul lato di sinistra con piedritti decorati di gusto preromanico in forte rilievo. Due teste di leone servono da imposta dell'arco.
I dintorni di Sovana
Le tombe etrusche più interessanti, a 2,5 km. circa, scavate nel tufo sono la Tomba della Sirene e la Tomba Ildebranda a forma di tempio del III o II sec. a.C. che si trova sulla strada che porta a Saturnia.
Per tornare all'agriturismo San Leonardo a Saturnia, se all'andata siete passati da Catabbio, vi consigliamo di tornare seguendo la strada di Pitigliano per poter ammirare questa bellissima cittadina arrocata su uno sperone di tufo. La valle del fiume Albegna ai piedi di Saturnia